Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Un’Atlante Eurobasket Roma dal grande cuore cede a Ravenna solo all’ultimo respiro

Condividi l'articolo

Priva di coach Pilot in panchina (dove coach Crosariol colleziona la prima presenza da capoallenatore con la società capitolina) e ancora di Cicchetti e Santini, l’Atlante Eurobasket Roma torna in campo dopo la vittoria con la Benacquista Latina per il secondo sabato consecutivo, affrontando in trasferta l’OraSi Ravenna, una delle migliori squadre del girone rosso. Ne esce fuori una gara accesissima, con i due team attaccati nel punteggio per l’intero match, deciso solo a 5 secondi dal termine a favore dei padroni di casa.

L’Atlante Eurobasket Roma inizia la gara senza timori reverenziali, mordendo in difesa rispetto agli avversari più fisicati: conseguenza ne sono i contopiedi che fruttano il primo vantaggio, 2-5 dopo due minuti di gioco. I capitolini distribuiscono le responsabilità in attacco, e con Pepe a sommarsi a Fanti, Viglianisi e Carroll, trovano 4 giocatori diversi ad andare a segno dopo tre minuti dall’inizio (punteggio di 6-9). Ancora Carroll in schiacciata e Pepe con un jumper, e i capitolini toccano il +7 (6-13) a metà della prima frazione. I capitolini continuano a produrre un grande sforzo in difesa, contrastando la taglia fisica dei padroni di casa con rapide transizioni, mantenendo il cuscinetto di tre possessi pieni di vantaggio: quattro punti consecutivi di Gazzotti nell’ultimo minuto riducono il gap fra le due squadre, riportato a 4 punti a favore dei romani da Kyndahl Hill per il 17-21 con cui si chiude la prima frazione.

Cinciarini e Simioni in apertura di secondo quarto portano avanti con un break di 5-0 i padroni di casa, ma per gli ospiti replica subito Baldasso con la tripla del 22-24 dopo un minuto e mezzo di gioco, seguita dal layup di Schina. L’OraSi Ravenna resta attaccata al punteggio, ma dopo il pareggio è Kyndahl Hill a inchiodare il nuovo vantaggio capitolino (26-28) a sei minuti dall’intervallo. Dopo la nuova parità a quota 28, l’Atlante Eurobasket Roma piazza lo strappo: 7-2 di parziale, con Carroll ispiratore, e scarto che torna a +5 (30-35) a tre minuti e mezzo dalla fine della seconda frazione. L’OraSi Ravenna piazza a sua volta il parziale che la riporta in parità, con i due team a giocare due tipi di pallacanestro diversissimi (padroni di casa alla ricerca costante del post basso, ospiti che corrono in transizione appena possibile) senza che nessuna prevalga davvero, come testimonia il 38-37 con cui le due squadre vanno al riposo.

Simone Pepe inaugura con una tripla e un assist per l’appoggio di Hill la terza frazione, prima che Sullvan e Cinciarini portino avanti di 3 (45-42) i padroni di casa. La tripla del Capitano Eugenio Fanti accende i suoi, che tornano avanti con il libero di Pepe conseguenza del fallo tecnico fischiato a Daniele Cinciarini. I contatti aumentano sotto canestro, e nonostante la minor fisicità l’Atlante Eurobasket Roma non indietreggia: Fanti sale a quota 7 punti personali in metà terzo quarto e riporta avanti i suoi (49-50). Con Tilghman, Oxilia e Denegri Ravenna riconquista inerzia e vantaggio, ma Hill replica subito e a tre minuti dalla fine del quarto a separare le due squadre c’è solo un punto (55-54). Quando però i padroni di casa sembrano poter consolidare il proprio vantaggio, due triple di Carroll e di Schina a fil di sirena permettono ai romani di caricarsi, chiudendo avanti 60-62 la terza frazione.

E’ un jumper di Baldasso ad aprire la quarta; Sullivan dalla lunetta riporta i suoi sotto di un possesso un minuto e mezzo dopo, con il successivo controsorpasso firmato da Cinciarini con la tripla. Quando Sullivan aggiunge un altro appoggio, portando i suoi avanti 67-64 a sette minuti dalla fine, arriva il timeout di coach Crosariol. Hill lotta come un leone sotto canestro, tenendo vicini i capitolini con 4 punti consecutivi: a 5 minuti dalla fine, sul 69-68 per i padroni di casa, arriva l’antisportivo a Daniele Cinciarini. Eugenio Fanti segna un libero, dall’altra parte Oxilia il jumper del 71-69 un minuto dopo. Si accende allora Simone Pepe: due triple consecutive e a tre minuti dal termine i capitolini vanno sul 73-75. Sullivan realizza il pareggio, Tilghman piazza il vantaggio: a 66 secondi dal termine, è Ravenna ad andare avanti per 77-75. Pareggia da sotto Eugenio Fanti, riporta avanti i suoi Tilghman ma ancora Simone Pepe piazza la tripla del 79-80 a 19 secondi dal termine. Sullivan riporta ancora avanti i suoi da sotto, 81-80 a 4 secondi dalla fine. E’ il canestro decisivo di un match splendido, deciso solo all’ultimissimo respiro.

OraSi Ravenna – Atlante Eurobasket Roma 81-80

OraSi Ravenna :
Tilghman 15, Berdini, Cinciarini 14, Gazzotti 6, Arnaldo, Laghi n.e., Denegri 8, Giovannelli n.e., Sullivan 21, Oxilia 6, Ciadini n.e., Simioni 11
All. Lotesoriere (Ass. All. Zambelli, Zillani).

Atlante Eurobasket Roma :
Signorino n.e., Pavone n.e., Di Camillo n.e., Hill 16, Fanti 12, Viglianisi 2, Baldasso 8, Schina 7, Carroll 15, Pepe 20.
All. Crosariol.

Ufficio Stampa Eurobasket Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.