Timeout Channel

Il Portale dello Sport

BODø/GLIMT-ROMA 2-1 (le pagelle)

Condividi l'articolo

Rui Patricio 5 – Solo ordinaria amministrazione fino a quando la conclusione da lontano di Wembangomo gli piega le mani e finisce in rete.

Mancini 6 – Concede poco alle iniziative dei norvegesi, non impeccabile quando il Bodo fa 1-1. Si fa male a metà ripresa e lascia il campo.

(dal 23’st) Smalling 5.5 – Rileva l’infortunato Mancini andandosi a sistemare al centro del terzetto difensivo. Premio Bella Statuina 2022 quando Vettlesen fa 2-1 per i norvegesi.

Ibanez 5.5 – Non è un leader come Smalling e si vede, tuttavia come perno del terzetto difensivo fa del suo meglio cavandosela di grinta e di fisico. Quando l’inglese entra in campo, Roger trasloca nella sua comfort zone sul centro sinistra. Letteralmente piantato sul raddoppio dei padroni di casa.

Kumbulla 5.5 – Un po’ spaurito, forse ripensando alla notte da incubo vissuta quattro mesi fa nello stesso stadio. Superato lo choc, fa comunque il suo. Con Smalling in campo, migra sul centro destra. Idem come gli altri due relativamente al gol-vittoria del Bodo.

Karsdorp 6 – Qualche distrazione, cui rimedia recuperando palloni importanti e tentando sortite offensive.

Cristante 5 – Condizionato dal cartellino giallo arrivato praticamente subito, gioca col freno tirato specie in fase d’interdizione. Ultimamente lo abbiamo visto esprimersi meglio di questa sera. Sull’1-1 si perde Pellegrino esponendo la difesa ad un grosso rischio.

Sergio Oliveira 6 – Ritmi più compassati del solito, fatica ad entrare nel vivo del match. Si sblocca con il lancio per Mkhitaryan da cui nasce il vantaggio giallorosso.

Zalewski 5.5 – Sesta da titolare, prima in Europa. Mou lo propone ancora quarto di centrocampo sulla sinistra, prova talvolta ad accentrarsi e in una di esse entra nel vivo dell’azione che porta alla rete del capitano.

(dal 20’st) Vina 4.5 – Propizia la punizione di indiretta da cui origina la rete di Vettlesen, deviandone poi il colpo di testa in rete.

Pellegrini 6.5 – Si muove bene il capitano ma, soprattutto, a fine primo tempo firma il gol che sblocca il punteggio. Nella ripresa impegna a fondo Haikin che gli nega la gioia del raddoppio. Tra i pochissimi a mettersi in evidenza nell’ambito di una prestazione generale mediocre.

Mkhitaryan 6.5 – Compensa le lacune dei centrocampisti sobbarcandosi una gran mole di lavoro. E’ l’Armeno Letale a mettere Abrham a tu per tu con Haikin nei primi 45’ e poi imbucando per Pellegrini nell’azione dell’1-0 romanista.

(dal 20’st) Shomurodov 5 – Palle perse, zero spunti.

Abrham 6 – Allo scadere del primo quarto di gara sente tirare l’inguine e si accascia a terra. Fortunatamente si riprende confezionando, ancora sullo 0-0, un’eccellente palla gol.

All. Mourinho 6 – La sua Roma torna all’Aspmyra Stadion e rimedia una nuova sconfitta dopo quella di novembre. Prova collettiva scadente, che rischia di vanificare i recenti progressi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.