Timeout Channel

Il Portale dello Sport

ASPMYRA STADION, CONFERENZA STAMPA MOURINHO: Sarà una partita totalmente diversa dal 6-1

Condividi l'articolo

Conferenza stampa di Mourinho nella sala conferenze dell’Aspmyra Stadion dove domani sera la Roma affronterà (o riaffronterà più esattamente) il Bodo Glimt nell’andata dei quarti di Conference League.

Siete orgogliosi di essere tornati qui a Bodo?
“Bel posto, tifosi passionali, sono solo preoccupato per il campo sintetico. Vogliamo arrivare in semifinale e dobbiamo fare meglio di quanto fatto la scorsa volta”.

Quel 6-1?
 “Sarà una gara totalmente diversa, innanzitutto perché non ci sono mai due partite uguali e poi perché molti giocatori cambieranno rispetto a quella gara, non si possono comparare. Alcuni non sono proprio più con noi, come Villar, Reynolds, Borja Mayoral e Calafiori, e poi anche l’atteggiamento sarà diverso, le motivazioni. La sconfitta per 6-1 fu un dramma ma, alla fine, sono stati solo 3 punti persi. Ora solo una andrà in semifinale, affronteremo il match con una prospettiva diversa ma con un totale rispetto per il bodo, è un buon tema”.

Che ne pensi del Bodo, che è cambiato molto dall’ultima volta?
“Il modo di giocare è comunque lo stesso, le dinamiche sono molto simili nonostante i giocatori cambiati. Sono tornati di recente a giocare competizioni ufficiali, sono freschi, sono bravi come lo erano prima, noi dovremo essere più bravi di quanto siamo stati”.

Siete l’ultima squadra italiana in Europa. Siete orgogliosi?
“Non lo so, mi piacerebbe avere altre squadre italiane in Europa. Sarebbe meglio avere per esempio Napoli, Inter e altre per la gestione delle energie. Ora siamo ci siamo noi con l’Atalanta in Europa e vediamo se riusciamo fare qualcosa di positivo. L’Atalanta può fare bene”.

Che differenza c’é con questo campo con quelli sui quali giocate solitamente?
“Uno sport totalmente diverso quello su campo sintetico. capisco che il meteo è veramente duro qui. Noi abbiamo avuto un periodo in cui avevamo lo stato del terreno di gioco non buono. Comunque, niente scuse: il campo è il campo, il meteo è il meteo, noi dobbiamo fare bene. Il bodo è una buona squadra e noi la rispettiamo”.

Perché non vi siete allenati qui oggi?
“Perché passare un giorno su un campo brutto è meglio che passarne due”.

Siete interessati a Solbakken e ad altri giocatori del Bodo? 
“Non mi interessa nessuno, mi interessa vincere domani. Non parlo dei giocatori degli altri, guardo al Bodo come una squadra. Ovviamente con singoli da analizzare meglio che possiamo. Ci sono tanti giocatori buoni e alcuni di loro sono anche bravi a parlare, ma siamo qui per loro. E la prossima settimana li aspettiamo a Roma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.