Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Basket, Europeo: Islanda-Italia 64-71(rs web Gazzetta.it)

Condividi l'articolo

Vittoria degli azzurri di Pianigiani nel secondo impegno del torneo continentale dopo il debutto amaro contro la Turchia. Out Datome per infortunio

BERLINO — L’Italia conquista la prima vittoria all’Europeo battendo l’Islanda 71-64 ma non c’è nulla di bello da portare a casa se non i due punti in classifica e la speranza che, rotto il ghiaccio, qualcosa si smuova nell’encefalogramma difensivo sempre piatto degli azzurri. In più, c’è un nuovo infortunio a Gigi Datome da valutare. Le cifre alla fine premiano Ale Gentile, 21 punti con 5 rimbalzi e 4 assist, Belinelli prende anche 8 rimbalzi, 10 Gallinari in 17’ in campo prima di uscire per 5 falli. Bargnani gioca con 9’ con 1/5 al tiro: chiudiamo col 38%. Non c’era nulla da aspettarsi da questa partita, nel senso che anche in caso di dominio azzurro, la qualità dell’avversaria è tale che non avrebbe dato alcuna indicazione utile in previsione del trittico Spagna, Germania, Serbia che ci aspetta. Il problema è che l’Italia non domina, anzi.

OUT DATOME — Gli islandesi partono bene da tre, che è la loro specialità: la nostra difesa lo sa e non fa un plissé. Raggiunto un piccolo vantaggio (22-15) subiamo un 8-0 che porta gli avversari in vantaggio (22-23). Il problema è sempre lo stesso: stavolta siamo più alti e grossi (il pivot Baeringsson è alto 2 metri) ma non riusciamo a tenere gli uno contro uno neppure degli islandesi. In più, c’è Gigi Datome che deve uscire sul 29-27 per una ricaduta del problema all’inguine che gli ha fatto saltare il torneo di Trieste, con Gallo nel turno di riposo attivo e che gioca solo 3’ nel primo tempo. Tocchiamo il punto più basso quando Pallson buca due volte da tre Polonara (e l’Islanda è a 7/11) per il 31-37. Il ritorno in campo di Gentile con 7 punti di fila ci rimette in carreggiata per il 41-37 dell’intervallo (Gentile 14, Belinelli 9).

LA RIPRESA — Che diventa un 45-37 a inizio ripresa, dove torna Gallo. Ma, come sempre, l’Italia non difende decentemente ed è incapace di cementare i vantaggi, anzi Stefansson scappa due volte a Gentile e apre un parziale di 9-0 che riporta in vantaggio l’Islanda (45-46). Due triple, una di Cinciarini, l’altra di Gentile, ci tengono a galla ma non fuori dall’emergenza. Un buon parziale di Hackett, che segna 5 punti di fila tenendo finalmente una penetrazione di Stefansson ci riportano in vantaggio. Ma, ovviamente, non siamo capaci di difenderlo: il quinto fallo di Gallinari in campo solo per 17’ ci lascia nella volta finale senza il leader anche se nella versione col riduttore di potenza, ci manda nel panico, subiamo un altro 8-0 e a 3’20” dalla fine, l’Islanda è meritatamente a +3 (59-62). Tre liberi di Belinelli ci danno l’ossigeno del pareggio , poi 5 punti di Aradori, fino a quel momento il peggiore in campo, e due difese di Melli portano la povera barchetta azzurra in porto ma forse ancora con più dubbi sul nostro Europeo che dopo la sconfitta con la Turchia.

Italia: Gentile 21, Belinelli 12, Datome 7.
Islanda: Palsson 17, Baeringsson 14, Stefansson 11.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.