Timeout Channel

Il Portale dello Sport

CRISTANTE ALL’ULTIMO TUFFO, SALVA UNA ROMA VERSIONE HORROR

Condividi l'articolo

REGGIO EMILIA – Al peggio non c’è mai fine… mai proverbio fu più adeguato al momento che la Roma sta vivendo in questa prima stagione di Mourinho che, in molti se non tutti, si immaginavano diversa. Il 2-2 finale del Mapei arriva grazie ad un gol di Cristante che di testa devia in rete un angolo di Veretout, nei minuti di recupero. Il tutto dopo che la Roma nonostante una prova sufficiente e niente più, era riuscita a sbloccarla, al tramonto del primo tempo, grazie ad un calcio di rigore di Abraham, concesso per un fallo di mano in area di rigore di un difensore neroverde. La prima frazione aveva regalato poche emozioni con la squadra giallorossa incapace di avere la meglio su un Sassuolo privo addirittura di Scamacca, Raspadori, Djuricic e Rogerio. Nella ripresa la Roma mette in scena uno spettacolo raccapricciante che porta al pari degli emiliani grazie ad un’autorete di Smalling, con la collaborazione di Rui Patricio il cui errore è marchiano, ma non certo peggiore di quello che commettono Karsdorp e Mancini capaci di lasciare un’autostrada su cui Traore s’infila generando il pastrocchio difensivo giallorosso. L’1-1 rivitalizza i padroni di casa che mettono in seria difficoltà gli avversari, fino al gol, stavolta si, tutto di Traore, lasciato tutto solo in area dal disastroso Karsdorp e sul quale Mancini (altro disastro di serata) chiude in maniera molto soft. Risultato? 2-1 Sassuolo. Mourinho rigira la sua squadra come un calzino, ma i risultati sono poco producenti: dentro Maitland-Niles, Cristante, Veretout, Shomurodov e Carles Peres, fuori tra gli altri un fumoso Afena-Gyan. Il Sassuolo rimane pure in dieci data l’espulsione per doppia ammonizione di Ferrari. La Roma prova a spingere ma come al solito di conclusioni verso la porta di Consigli nemmeno l’ombra. Il pari arriva proprio nel recupero, con Cristante che gira in porta un cross di Veretout. Maxine Lopez prova a ricacciare il pallone fuori dalla porta ma la gol line tecnology segnala il gol. Finisce cosi 2-2 un’altra partita che ha messo in mostra non solo tutti i limiti di una squadra scarsa (lo dice pure Mourinho) che non solo non migliora ma più passa il tempo e più peggiora. Questa è la cosa che preoccupa di più tutti i tifosi giallorossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.