Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Europa League, una Roma da applausi: Pellegrini e Ibanez ribaltano l’Ajax (news web CdS.it)

Condividi l'articolo
I giallorossi sbancano Amsterdam nell’andata dei quarti di finale: apre Klaassen, poi Pau Lopez para un rigore a Tadic e la partita cambia. Spinazzola ko

AMSTERDAM – Parte bene, rovina tutto, poi si salva, torna miracolosamente in corsa e alla fine vince. In una gara che sembra il riassunto dell’intera stagione, la Roma sbanca l’Amsterdam Arena e fa un grande passo in avanti verso la semifinale di Europa League. Dopo aver perso Spinazzola (infortunio alla mezzora) e aver preso gol per un grave errore difensivo di Diawara, il calcio di rigore di Tadic parato da Pau Lopez in avvio di ripresa riaccende la squadra di Fonseca, che ribalta tutto e batte l’Ajax con Pellegrini (clamoroso lo sbaglio di Scherpen sulla punizione) e Ibanez a 3′ dalla fine.

DZEKO C’E’, SPINAZZOLA SI FA MALE – Fonseca si affida in avanti al trio formato da Pellegrini, Pedro e Dzeko, con il ritorno di Veretout dal 1′ al fianco di Diawara (preferito a Villar) e Bruno Peres sulla destra al posto dello squalificato Karsdorp. In difesa Cristante centrale, con Mancini e Ibanez ai lati. Dall’altra parte, Ten Haag punta su Antony e Neres sugli esterni e Tadic centravanti. Compatta e concentrata, la Roma parte bene concedendo pochi spazi agli olandesi e muovendosi bene in avanti. Segnali positivi da Dzeko, che si fa vedere molto in profondità e all’11’ si rende pericoloso con un diagonale che esce di poco. La squadra di Fonseca prende fiducia e con il passare dei minuti avanza il baricentro. Al 16′ Cristante da fuori area impegna Scherpen in una difficile parata. Nel momento di massima difficoltà dell’Ajax, però, la Roma perde Spinazzola. L’esterno giallorosso, fino a quel momento il migliore in campo, è costretto a uscire al 29′ per un infortunio muscolare. Al suo posto entra Calafiori.

SBLOCCA KLASSEN – La squadra di Fonseca perde subito sicurezza e iniziano i problemi. Al 32′ Tadic si fa vedere con un sinistro di poco fuori. L’Ajax capisce l’occasione e al 39′ passa in vantaggio grazie ad un clamoroso errore di Diawara. Il passaggio sbagliato del centrocampista è troppo lento e spiazza Mancini, che resta fermo: ne approfitta subito Klassen che ruba palla al limite dell’area e dopo un triangolo con Tadic appoggia facilmente in porta.

PAU LOPEZ PARA UN RIGORE, PELLEGRINI E IBANEZ RIBALTANO LA PARTITA – La Roma è ancora scossa e al rientro in campo è in grande confusione. Pau Lopez sbaglia tutti i passaggi, la difesa sbanda e all’8′ Ibanez commette una grande ingenuità facendo fallo in area su Tadic. E’ rigore, ma l’attaccante serbo sbaglia clamorosamente: Pau Lopez resta fermo e respinge il tiro centrale. L’errore spegne gli olandesi e ridà energia alla Roma. Dopo un colpo di testa di Dzeko sull’esterno della rete, arriva la svolta al 12′: su una punizione dal limite di Pellegrini, è incredibile l’errore di Scherpen che si fa sfuggire la palla e regala il pareggio alla Roma. Ten Haag non ci sta e inserisce Brobbey che impegna subito Pau Lopez in una difficile parata a terra. Fonseca risponde alla mezzora con Villar e Borja Mayoral al posto di Veretout e Dzeko. La Roma regge bene le folate olandesi e a 3′ dalla fine trova il gol del sorpasso. Su azione da calcio d’angolo, la palla arriva a Ibanez che controlla di petto e di sinistro fulmina Scherpen. Fonseca esulta e già pensa a giovedì prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *