Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Facciamo il punto della situazione in Europa.

Condividi l'articolo

Liga

La Liga è dominata dal Real Madrid di Carlo Ancelotti. I Blancos dopo 19 partite hanno raccolto ben 46 punti. Ancelotti ha saputo valorizzare al meglio la rosa a disposizione. Dopo gli addii di Ramos e Varane, coppia storica della squadra consolidata da anni, non era facile costruire un nuovo equilibrio difensivo. Il tecnico italiano ha sostituito i due ex baluardi con Alaba e Militao che stanno fornendo prestazioni di alto livello. La scelta di Alaba non era scontata vista la sua natura da terzino, ma il rendimento di Mendy sulla fascia ha fatto si che l’austriaco trovasse il suo collocamento al centro della difesa. Il centrocampo con Kroos, Modric e Casemiro è uno dei più forti del panorama europeo, ma la gestione di Ancelotti con l’inserimento di elementi di qualità come Camavinga e Valverde, che permettono ai “big” di riposare è encomiabile. In attacco la crescita di Vinicius Jr. e la consacrazione di Benzema come uno dei migliori “9” al mondo stanno portando il Real sempre più in alto.

Ad inseguire la capolista c’è il Siviglia. Lopetegui sta facendo bene anche grazie ad innesti efficaci che sposano al meglio le idee del tecnico. Delaney sta dando qualità e quantità al centrocampo andaluso e il Papu sembra aver preso i ritmi della Liga risultando sempre più decisivo grazie alla sua imprevedibilità. In terza e quarta posizione ci sono le due sorprese di questa Liga: Betis e Rayo Vallecano.

I Sivigliani sono guidati dalla creatività e dal talento di Fekir che accompagnati dalla freddezza di Juanmi, che ha siglato ben 11 reti, risultano letali. Il Rayo neopromosso in questo momento è in zona Champions, l’arrivo del Tigre Radamel Falcao ha portato entusiasmo e qualità a Vallecas.

Stagione dura per Barcellona e Atletico che non riescono ad ingranare del tutto.

Premier League

In Inghilterra conduce il City di Pep Guardiola con 50 punti dopo 20 giornate che stacca il Chelsea di Tuchel fermo a 42 punti. Il Liverpool è a quota 41 ma ha una partita da recuperare. Dopo un inizio disastroso dove aveva perso nelle prime tre giornate l’Arsenal è quarto con 35 punti. Il lavoro di Arteta abbinato ad una valorizzazione dei giovani sta fruttando. Saka, Smith-Rowe e Odeegard sono i leader offensivi dei Gunners. Dietro i biancorossi c’è il West Ham di Brendan Rodgers, rivelazione dell’anno in Inghilterra, a pari punti con gli Hammers c’è lo United che proverà a risollevarsi con Ragnick, una lunghezza dietro inseguono gli Spurs di Conte che nelle ultime 7 partite hanno ottenuto 5 vittorie e due pareggi.

Bundesliga

In Germania c’è il Bayern Monaco in fuga a 43 punti, il Borussia Dortmund è distante ben 9 punti. La sorpresa della stagione è il Friburgo terzo in classifica a quota 29, un punto in meno per Bayern Leverkusen e Hoffenheim. Impressionanti le statistiche di Lewandoski che ha collezionato 19 goal in 17 partite, al secondo posto, con ben 16 reti, c’è una vecchia conoscenza del calcio italiano: Patrick Shick. Haaland fermo “solamente” a quota 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.