Timeout Channel

Il Portale dello Sport

L’avversario di turno: U.S. Sassuolo

Condividi l'articolo

Bisogna alzare la testa

E’ questa la missione della formazione emiliana nella partita di domani contro la Roma. Il Sassuolo è da un mese che non sta attraversando un buon momento, da metà gennaio che fa fatica e anche i risultati lo dicono: nelle ultime cinque partite la squadra allenata da Dionisi ha vinto solamente in casa contro il Cagliari 1-0, un pareggio per 1-1 fuori casa contro il Torino e sono arrivate tre sconfitte contro Verona, Sampdoria e Juventus, l’ultima ai quarti di finale della Coppa Italia.

Oltre la testa il Sassuolo vuole provare ad alzare anche la classifica, adesso si trova al dodicesimo posto ad 11 punti dalla zona retrocessione che è abbastanza lontana dalla formazione emiliana, infatti l’ambiente neroverde non si preoccupa per questo ma vorrebbe vedere la squadra leggermente avanti ad alcune squadre, magari provando a competere per un posto in una competizione europea.

Tra infortuni e squalificati

Alessio Dionisi oltre a fare i conti con una Roma che vuole riscattare le ultime due partite, deve fare i conti con moltissime assenze date dai vari infortuni e dalle squalifiche. Infatti l’allenatore del Sassuolo deve far a meno di Giacomo Raspadori e di Gianluca Scamacca la giovane coppia d’attacco che sta facendo veramente bene in questo campionato, tutti e due erano diffidati e nella sconfitta contro la Sampdoria sono stati ammuniti.

In oltre la squadra emiliana deve fare a meno anche di Romagna, Obiang e Djuricic che devono saltare questa partita per infortuni, mentre Toljan e Ayhan sono in dubbio fino all’ultimo perché potrebbero recuperare almeno per la panchina.

Conferenza stampa, Dionisi: “Voglia di rivalsa”

Con la Samp avete perso 4-0, con la Juve una sconfitta dalla quale ripartire.

“Sempre di sconfitta si parla. Giocavamo contro la Juve a Torino, il pubblico dalla loro parte, l’entusiasmo dalla loro parte, abbiamo fatto un’ottima partita e dovremo farlo farlo anche domani”

Affronta la Roma senza due attaccanti importanti.

“Mancano Scamacca e Raspadori, non possiamo farci niente. Sono stati ammoniti e non ci saranno. Giocheremo contro la Roma ma giocherà qualcun altro al posto loro. Dovremo fare partita anche a prescindere dalle assenze e non saranno le uniche due assenze ma dobbiamo farci l’abitudine. La Roma ha nettamente qualcosa in più rispetto a noi, ha un obiettivo diverso, ma sulla partita secca ce la possiamo giocare”.

C’è voglia di rivalsa vista come è finita la gara d’andata? E come sono cambiate le due squadre da allora?

“Rivalsa assolutamente sì, ma già rispetto alle ultime due sconfitte. All’andata le due squadre hanno giocato bene le due squadre, il pari forse sarebbe stato più giusto. Le squadre sono cambiate un pochino sicuramente. All’andata c’erano Djuricic e Boga che non sono più con noi, ora ci sono altri giocatori che avranno la possibilità di riscattare il risultato dell’andata. Ora troviamo una Roma più forte, all’andata era più in fiducia, ora speriamo di essere noi in fiducia”.

La storia del club

L’Unione Sportiva Sassuolo Calcio è stata fondata nel 1920, dal 2013 i neroverdi disputano le loro partite casalinghe al Mapei Stadium di Reggio Emilia. La formazione emiliana è entrata nel ristretto gruppo di squadre, non appartenenti a città capoluogo di provincia capaci di raggiungere la massima categoria calcistica italiana a girone unico. Ha disputato 8 campionati di Serie A consecutivi, la società fu promossa per la prima volta in massima serie nel 2013, mentre il miglior piazzamento ottenuto in Serie A è il 6º posto della stagione 2015-2016, con cui raggiunse per la prima volta la qualificazione alla Uefa Europa League. Nella sua storia, il Sassuolo ha vinto un campionato di Serie B, uno di C1 e una Supercoppa di Serie C1.

Probabili formazioni

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Chiriches, G. Ferrari, Rogerio; Frattesi, M. Lopez, Traore; D. Berardi, Defrel, Ciervo.

Allenatore: Dionisi.

A disposizione: Satalino, Pegolo, Ayhan, Ceide, Muldur, Tressoldi, Kyriakopoulos, Magnanelli, Harroui, Henrique, Oddei, Aucelli.

ROMA (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Kumbulla; Maitland-Niles, Mkhitaryan, S. Oliveira, Lo. Pellegrini, El Shaarawy; Felix, Abraham.

Allenatore: Mourinho.

A disposizione: Fuzato, Boer, Karsdorp, Viña, Keramitsis, Cristante, Veretout, Darboe, Bove, Carles Perez, Zalewski, Shomurodov.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.