Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Lazio, Pioli perde Candreva: ”Stiamo tornando quelli di un anno fa” (rs web repubblica.it)

Condividi l'articolo

pioli3Che poi per Stefano Pioli tornare al San Paolo, nello stadio in cui ha centrato il terzo posto all’ultima giornata, deve avere per forza un sapore particolare. Quello del picco più alto della scorsa stagione. Magari stavolta potrebbe rappresentare il ritorno definitivo della sua Lazio, bella e coraggiosa: “È troppo facile parlare di ricordi legati a Napoli. Quella serata fu piena di emozioni – spiega il tecnico in conferenza stampa – ma rappresenta il passato. Domani è il nostro presente. Ci stiamo avvicinando molto alla squadra dello scorso anno, stiamo lavorando per migliorare e aumentare la convinzione nei nostri mezzi”.

CANDREVA OUT – Un risultato positivo potrebbe accelerare il processo di crescita. Pioli dovrà cercarlo senza Candreva: “Ha avuto un problema alla caviglia durante l’allenamento di ieri, non sarà a disposizione. Ma voglio vedere la stessa voglia che abbiamo messo in campo nelle ultime due partite. Abbiamo giocato senza indietreggiare. Ora bisogna stare attenti e non commettere più errori”.

LEZIONI – A Pioli non è andato giù il pareggio del Dnipro, arrivato oltre i tre minuti di recupero stabiliti dall’arbitro: “Non stiamo portando a casa quello che meritiamo e questo è grave. Dobbiamo smettere di rammaricarci e avere rimpianti a fine partita. Voglio una squadra sul pezzo per 95 minuti, in Ucraina c’è stato un errore collettivo, dobbiamo imparare da questo tipo di lezioni”. Da Benitez a Sarri, Pioli vuole riprovare a sbancare il San Paolo. Le difficoltà saranno le stesse: “Affrontiamo una squadra competitiva, che può lottare per i vertici. L’allenatore attuale ha una filosofia diversa rispetto a Benitez, il Napoli sta cercando di interpretare le gare in modo diverso. È una squadra che ha i nostri obiettivi e che come noi vuole vincere ogni partita”.

CAMBIO MODULO – L’anno scorso Pioli si presentò all’ultima di campionato passando alla difesa a tre. Anche domani cambierà modulo, passerà dal 4-2-3-1 al 4-3-1-2. Vuol dire Keita e Matri insieme in attacco dal primo minuto con Mauri alle loro spalle. A centrocampo Onazi in regia per limitare Insigne schierato sulla trequarti. Ai suoi lati Parolo e Lulic. Dietro confermato Hoedt, Pioli l’ha promosso in conferenza: “La Lazio l’ha comprato perché ha grandi qualità. Certo era difficile immaginare un approccio del genere da parte di un ragazzo così giovane. Può e deve essere da esempio per tutti gli altri. Ha trovato spazio e ha giocato in modo convincente nonostante le esclusioni iniziali”. Mauricio verra confermato al suo fianco, Basta e Radu i due terzini. Con Marchetti in porta a difendere i pali. Contro l’Udinese ha salvato il risultato. Cercherà di aiutare la Lazio anche domani sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.