Timeout Channel

Il Portale dello Sport

ROMA-SHOW COL BODO: POKER E SEMIFINALE DI CONFERENCE RAGGIUNTA

Condividi l'articolo

ROMA – La Roma che non ti aspetti, quella promessa da Mourinho subito dopo la fine del match d’andata e a margine di una sconfitta bruciante. Davanti ad un Olimpico pieno si gente ed ebro d’amore, la squadra giallorossa si prende una semifinale di coppa europea, la terza in pochi anni dopo quella di Champions con Di Francesco in panchina e dopo quella di Europa League con Fonseca in panca dello scorso anno. Stavolta a guidare la squadra, c’è un signore che in carriera ha giocato prima di questo 10 volte i quarti di finale di una coppa europea, passando sempre il turno. Lo Special One per l’occasione rispolvera Zaniolo dal primo minuto ed il gioiellino ex Inter risponde con una prestazione da fuoriclasse che lo porta addirittura a siglare una tripletta. Al di là di Zaniolo, è tutta la squadra a rispondere presente dimostrando sul campo di voler vendicarsi di questo Bodo. Dopo una manciata di minuti Roma già avanti con Abraham: Zaniolo mette dentro un pallone invitante che il portiere norvegese respinge a fatica; il più lesto di tutti è il numero 9 che insacca con facilità. 1-0 e Roma che vola. L’intensità dei giallorossi spaventa gli avversari timidi e intimoriti come mai nei precedenti confronti tra le due squadre. Il 2-0 di Zaniolo è roba da esteri del calcio, con un’azione tutta in verticale che porta Pellegrini a pescare il 22 in inserimento con conseguente tocco di sinistro a battere il portiere in uscita, 2-0 e partita in discesa per i giallorossi. Ci si attende la reazione del Bodo ma la Roma è devastante e va vicina al terzo gol ancora con Abraham su invito sempre di Pellegrini e Mkhitaryan che calcia a lato da buonissima posizione. Il tris arriva da una magia di Zalewski che pizzica Zaniolo ancora davanti al portiere avverso: tocco sotto e doppietta servita dal buon Nicoló. Il primo tempo si chiude con un’altra occasione per Abraham che potrebbe arrotondare ancora il risultato ma il 3-0 dell’intervallo è lo specchio di una prima frazione perfetta dei padroni di casa. Nella ripresa chi si aspetta l’arrembaggio del Bodo rimane deluso e Zaniolo con un’azione di forza e tiro al sette a spaccare la porta fa 4-0 rintuzzando qualsiasi speranza di rientro in partita per i gialli norvegesi. Il risultato non cambierà più anche se la Roma continua ad impensierire il portiere avversario in diverse occasioni. Finisce così col popolo giallorosso in festa a celebrare un traguardo importante, ma che per la Roma sta diventando una consuetudine. Ora in semifinale ci sarà da affrontare il Leicester (partita d’andata in trasferta), squadra ostica ma pur sempre al nono posto della classifica attuale della Premier League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.