Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Lazio, da Norcia a Palermo: Inzaghi riparte dal 4-3-3. Klose, Candreva e Felipe in attacco, controlli in clinica per Basta (rs web ilmessaggero.it)

Condividi l'articolo

20150616112511_s-inzaghi-no-toro.itTare era stato chiaro: «Non sarà un ritiro punitivo». Lunedì scorso, nelle ore che precedevano l’imminente partenza per Norcia, il ds albanese aveva parlato così ad un tifoso deluso, presente all’esterno dei cancelli di Formello. La nuovaLazio di Inzaghi ha trascorso cinque giorni di duro lavoro. Il mister non ha perso tempo e ha cercato di di compattare il gruppo, risollevando gli animi dello spogliatoio, affranti dopo la pesante sconfitta nel derby.

Speranze e tensioni. L’aria dei Monti Sibillini ha portato un po’ di ottimismo in infermeria: Milinkovic e Basta hanno ripreso ad allenarsi con il gruppo. Il terzino, che in serata ha effettuto degli accertamenti in clinica insieme al centrocampista connazionale, ha buone chance di giocare contro il Palermo domenica sera. Sul campo dell’Hotel Salicone si è rivisto anche RavelMorrison: l’inglese, arrivato con due giorni di ritardo rispetto ai compagni, deve ritrovare la forma migliore, se vuole essere preso in considerazione dal tecnico piacentino. Durante il ritiro, però non sono mancati i momenti di contestazione.Mercoledì è stato il giorno degli striscioni: alcuni tifosi hanno esposto sei messaggi carichi di protesta e dissenso nei confronti della dirigenza e dei calciatori. Ieri pomeriggio, invece, è andato in scena un duro confronto tra una delegazione della Curva Nord e la squadra, accusata per lo scarso impegno mostrato finora, e culminato con le promesse degli atleti e il mea culpa diCandreva: «Avete ragione, abbiamo fatto una stagione ridicola».

Ritorno al passato – Insomma, il ritiro «non punitivo» ha sicuramente sortito effetti dal punto di vista delle motivazioni, ma per tornare a vincere, misterInzaghi dovrà lavorare tanto, soprattutto in fase difensiva.  Campione di Italia da protagonista con la Lazio del 2000, “Inzaghino” ripartirà dal 4-3-3, modulo caro al suo predecessore Stefano Pioli, esonerato domenica scorsa. Contro ilPalermo in porta andrà Marchetti. In difesa Basta potrebbe tornare a destra, a sinistra verrà schierato Lulic, che oggi non si è allenamento per un affaticamento muscolare, mentre al centro la coppia Gentiletti-Bisevac dirigerà le operazioni. Biglia avrà le redini del centrocampo e sarà affiancato daCataldi, in vantaggio su Onazi, e Parolo. Il peso dell’attacco sarà tutto sul tridente formato da Klose, Candreva e Felipe Anderson, momentaneamente in vantaggio su Keita. Non saranno della partita gli infortunati Braafheid,Konko, Radu, Kishna, de Vrij, Mauri e Berisha. Questi ultimi due sono stati visitati nel pomeriggio presso la clinica Paideia: il numero 6 ha rimosso il gesso alla mano sinitra, mentre l’albanese ha monitorato un affaticamento muscolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.